Vi racconto la giornata tipo di Lombardo

romano.jpgLa giornata tipo del presidente della Regione Raffaele Lombardo è scandita da appuntamenti che vengono rigorosamente rispettati e di fronte ai quali tutto passa in secondo piano, soprattutto l’interesse generale dei siciliani. Almattino presto Lombardo prepara le risposte ad interviste o elabora dei testi in cui si presenta quale vittima di complotti, congiure e trame oscure da parte dell’Impero del male e del malaffare, presentandosi come un rivoluzionario che vuole sia restituire libertà ai siciliani oppressi sia garantire sviluppo e benessere. In tarda mattinata verifica la disponibilità di posti di sottogoverno o incarichi nelle società, nelle soprintendenze, negli enti locali, nei cda di aziende, per poterli promettere a destra e a manca – e qualcuno anche al centro dell’UDC di Casini – e a quanti possono garantirgli dei voti in Assemblea regionale, ma anche e soprattutto ai molti trombati dell’Mpa che sono a suo carico. Interrompe questi faticosi lavori per concedersi un pasto frugale a Mezzogiorno, dimostrando eroismo e coraggio: mangia infatti senza che nessuno gli assaggi preventivamente le pietanze. Verso le ore 15 ritorna ad occuparsi della macchina amministrativa regionale, stando bene attento che tutto sia fermo ed immobile, e che la spesa comunitaria sia bloccata, contando sul pallottoliere le centinaia di milioni non spesi. Alle ore 17 esatte decide, a seconda delle sue esigenze, se è più conveniente attaccare qualche ministro, Berlusconi, la Lega o il PDL, in funzione delle sue priorità di partito e di sopravvivenza alla presidenza della Regione. Nel tardo pomeriggio incontra dieci o quindici  esponenti dei vari partiti – preferibilmente quelli più sensibili alla comodità delle poltrone – per promettere loro l’unico posto di sottogoverno rimasto vacante, illudendo ognuno di essi di non avere rivali. In serata partecipa a qualche trasmissione televisiva in cui cerca di convincere i telespettatori che Natale non si festeggia il 25 dicembre, che la capitale della Francia è Marsiglia, che il Sole gira attorno alla Terra e che lui non ha fatto un ribaltone in Sicilia ma che invece lo ha subito. La sera, prima di andare a letto, poi, un occhio alla sua palla di vetro e con doti divinatorie imbarazza la Procura di Catania sui suoi immacolati rapporti con clientela di ogni foggia e sul dorso di un cavallo bianco, armato di spada affilata, spezza via ogni legame mafioso e paramafioso con la politica e l’amministrazione: ma questo era un sogno. Si era appena addormentato. PS: Lombardo nella sua giornata tipo evita accuratamente di leggere i dati economici che parlano di disoccupazione record in Sicilia e di recessione economica nella nostra isola”.

 

 

 

Vi racconto la giornata tipo di Lombardoultima modifica: 2010-10-01T20:07:00+00:00da saverioromano
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Vi racconto la giornata tipo di Lombardo

  1. VOMITEVOLE leggerTi. Sei ribaltonista della prima ora. Sei stato eletto in Parlamento solo per andare all’opposizione con l’UDC. Ora passi dall’altra parte. Se lo fanno gli altri sono disonesti. Ma come fai ad essere così ipocrita e falso? Non ti vergogni a tenere nel tuo sito le foto delle manifestazioni a Roma contro il federalismo della Lega per poi andarlo a votare? VERGOGNATI!!!!

Lascia un commento