Romano: “Dalle Europee l’UDC cresce”

savrom.jpgRomano: “L’UDC cresce e con essa il progetto di un centro moderato”.

17 giu. – Esprimo grande soddisfazione per il risultato conseguito dal partito dell’UDC,  soprattutto perché il consenso che registriamo è il frutto di una politica chiara, lineare e coerente. Sono molte le considerazioni da fare alla luce di questi primi risultati per l’elezione del Parlamento europeo e, tra queste, quella che riguarda il bipartitismo che due oligarchie, entrambe perdenti in queste elezioni, cercano di imporre ad un Paese che proprio non vuole saperne.

Perde terreno il Pdl di Berlusconi che paga una politica di sistematico e prolungato disinteresse per il Mezzogiorno e avanza, come era stato ampiamente pronosticato, la Lega di Bossi, vero detentore della leva di comando nel Paese. E se è vero come è vero che a questo voto è stato conferito un valore politico sarebbe bene che il governo nazionale – che ne esce penalizzato ad eccezione della Lega – ripensasse alla sua linea politica che si rivela insufficiente sia sui provvedimenti anticrisi economica sia sulle politiche di sostegno alle fasce più deboli del Paese, alle famiglie, alle piccole e medie imprese, ai lavoratori precari. E’ il caso di ritornare alla vita vera dei cittadini e di non perdere più tempo con il gossip e con le amenità di queste ultime settimane che hanno monopolizzato il dibattito politico, causando una perdita di credibilità del sistema Paese nel mondo e che sono motivo della scarsa affluenza alle urne, a prova della crescente disaffezione del cittadino nei confronti del Palazzo. Siamo molto soddisfatti: l’UDC cresce e con essa il progetto della costituzione di un centro moderato. La coerenza di questo progetto politico è stata premiata così come vengono bocciati quei cartelli elettorali che hanno visto insieme partiti che non hanno alcun valore comune. Da questa tornata elettorale ne escono sconfitte le formazioni politiche che hanno detto una cosa e che poi ne hanno fatta un’altra, e non può passare inosservato, tra tutti, il dato siciliano che vede una crescita dell’UDC. Il nostro partito registra un sostanziale pareggio con il partito del Presidente della Regione siciliana che subisce una sconfitta per il mancato raggiungimento del 4 percento a livello nazionale e che paga il prezzo di una alleanza impropria con la Destra che da questa intesa ne esce unico vincitore.

on. Saverio Romano

Segretario UDC Sicilia 

Romano: “Dalle Europee l’UDC cresce”ultima modifica: 2009-06-21T13:26:00+00:00da saverioromano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento